Chi Siamo

Siamo i ragazzi della IV B (a.s. 2020/21) del Liceo scientifico di Penne e, coordinati dal prof. Di Nardo Di Maio e dalla prof.ssa Buttari, abbiamo rinnovato il progetto SmartPonn, precedentemente ideato e sviluppato dalla classe III A (a.s. 2017/18) con il supporto del prof. Fabrizi.

Classe IV B in visita alla fonte dell’Acqua Ventina nell’ambito del progetto.

Di cosa si tratta?

Questo progetto consiste in un portale innovativo volto a promuovere la storia e l’arte del nostro territorio mediante una mappa interattiva che l’utente può consultare per scegliere il punto di interesse culturale da raggiungere e per informarsi sulle sue caratteristiche architettoniche e sulla sua storia.

Esso si è reso possibile grazie alla collaborazione degli studenti, che in tal modo hanno sviluppato le proprie competenze informatiche, storico-artistiche, comunicative e grafiche, e alla disponibilità e al supporto dei professori, i quali hanno fornito le indicazioni e il materiale necessari al suo sviluppo.

SmartPonn è innovazione, difatti permette l’apprendimento della disciplina artistica e di quella storica veicolato dall’utilizzo di strumenti digitali, superando in tal modo l’approccio didattico tradizionale e adattandolo alle esigenze dei ragazzi. Tuttavia non si riduce ad essere un mero progetto scolastico, è un’iniziativa perfettamente in linea con le indicazioni del Decreto n.60/2017 che prevede la collaborazione tra vari Ministeri e altri enti al fine di promuovere la conoscenza delle arti e la loro pratica quale requisito fondamentale del sistema nazionale di istruzione e formazione.

Oltre al potenziamento delle competenze chiave previste dall’Unione Europea e di altre quali creatività, immaginazione e fantasia, i ragazzi hanno avuto l’opportunità di conoscere e apprezzare il proprio territorio, offrendola di conseguenza, attraverso il percorso digitale, anche al pubblico.

 

Versione originale

SmartPonn è un progetto ideato e sviluppato dai ragazzi della III A del Liceo scientifico di Penne. I ragazzi coordinati dal Prof. Graziano Fabrizi hanno combinato storia e innovazione rileggendo la storia del territorio e creando un portale per la promozione dello stesso.

II progetto ha tutte le caratteristiche per divenire punto di riferimento per la fruizione di luogo punti di interesse culturali della città. Il turista potrà accedere al portale mediante la fotocamera del proprio smartphone utilizzando un codice QR che indirizzerà l’utente sul sito e da lì scegliere il percorso preferito consultando una mappa interattiva che lo condurrà al punto di interesse culturale scelto localizzandolo nel Rione di riferimento, cliccando su ciascun punto d’interesse l’utente troverà spiegazioni e storia del palazzo, della piazza del monumento. Smartponn è innovazione dove i ragazzi si fanno promotori e del proprio territorio.

Smartponn non è solo un progetto scolastico, è impresa, è innovazione. Il Progetto SmartPonn si pone assolutamente in linea con le indicazioni del Decreto n. 60/2017 che ha previsto un accordo tra vari Ministeri ed altri Enti affinchè si realizzi un sistema coordinato per la progettazione e la promozione della conoscenza delle arti e della loro pratica quale requisito fondamentale del percorso di ciascun grado di istruzione del sistema nazionale di istruzione e formazione.

Questo progetto permette l’educazione alla valorizzazione del patrimonio culturale ed artistico attraverso un percorso digitale accessibile via web e quindi uno sviluppo delle competenze informatiche, storico-artistiche, grafiche e comunicative. Riesce , quindi, a riassumere molte delle competenze chiave previste dall’Unione Europea. Interessante appare anche la relazione che si viene a creare tra la scuola e il suo territorio: i ragazzi hanno modo di approfondire e conoscere meglio ciò che di bello il territorio offre e di renderlo fruibile, attraverso la risorsa digitale, ad un pubblico potenzialmente su scala mondiale.

Sicuramente l’utilizzo degli strumenti digitali come veicolo espressivo nell’apprendimento delle discipline artistiche e non solo risulta essere innovativo e permette un superamento dell’approccio didattico tradizionale. Questo metodo permette di mettersi in relazione con le competenze digitali dei ragazzi e di offrire loro un percorso di apprendimento più appropriato alle loro esigenze, sviluppando la comunicazione, la creatività, l’immaginazione e la fantasia. Tutto ciò è possibile anche grazie alla presenza di docenti che siano in grado di integrare le risorse digitali nelle loro lezioni.

Tutto questo è accaduto nel Progetto SmartPonn!!
Bravi ragazzi e grazie al prof. Graziano Fabrizi.

il Dirigente scolastico
Prof.ssa Eleonora Dell’Oso